GIORNATA A COLOMBACCI


1 OTTOBRE 2014

Aspettando beccacce e tordi e costretti dal fatto che è diventato sempre più difficile in italia insidiare selvatici come le quaglie in quanto, ovunque si vada, non si vede che terra smossa senza l’ombra di un filo d’erba, ci dedichiamo ad una caccia interessante che può regalare piacevoli sorprese. Questa volta mi trovo in Basilicata, con precisione a Tito in provincia di Potenza. Arrivati sul luogo, scendiamo dalla macchina e incominciamo a scrutare la zona. dopo un quarto d’ora notiamo uno stormo di colombacci girare sulle cime degli alberi di un bosco sottostante la nostra posizione. Studiatone le traiettorie io e mio padre ci appostiamo al limitare di tale bosco e aspettiamo. Passano i primi colombi io ne padello uno invece mio padre con tre tiri ne abbatte due e non perde l’occasione per prendermi in giro non accorgendosi che alle sue spalle una lepre, smossa dal fracasso dei nostri fucili, prima ci scruta poi scatta velocissima. Io imbraccio e scarico il fucile non dando a papà l’occasione di capire di cosa sia successo. Lui incredulo mi chiede a cosa abbia sparato ed io gli rispondo esultando ” una lepre papà, una lepre!”. Era la mia prima lepre, prima l’avevo vista solo nei documentari ed adesso il mio cane la riporta. La giornata dure un’altro paio d’ore con un carniere complessivo di 7 colombacci e una lepre! Io abbatto solo la mia prima lepre  ma tale avvenimento ripaga vale più di mille padelle !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...