E’ ANCORA TROPPO PRESTO


Domenica 26 ottobre 2014 si è andati a beccacce. Sono sempre a Cancellara, Potenza, posto che usualmente è tramandato dalla tradizione venatoria della mia famiglia come zona vocata per i tordi, ma, fin dall’inizio della mia frequentazione di tale terreno di caccia, ho sempre avuto la tentazione di farci un giro con i cani provando ad insidiare la regina del bosco. Le condizioni ambientali sono ideali: verdi pascoli pieni di brucanti mucche, fitte boscaglie a vegetazione mista e rigagnoli d’acqua tutti intorno che mantengono il suolo umido favorendo così il proliferare di invertebrati che degradano il sottobosco. Ma come si sa nella caccia “tutto è il contrario di tutto” inquanto di beccacce non se ne vista manco una penna. Assenza dello scolopacide, a mio parere, dovuta al fatto che il terreno battuto è situato in una vallata, e come tutti i beccacciai sanno, se le condizioni atmosferiche non peggiorano a quote elevate, precipitazioni nevose e susseguente ghiacciamento del  suolo, la beccaccia non scende per trovare le condizioni favorevoli al suo sostentamento. Anche se non si e sparato un colpo, la mente trova sempre giovamento nell’ immergersi nello stupefacente mondo creato da Madre Natura e chiamato bosco, posto dove rifugiarsi con i propri cani e provare a vincere un  animale mistico, e anche se si è vinti e non vincitori si è sempre felici di avere l’opportunità di visitare tali posti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...